Dimensioni predefinite dei cluster per NTFS, FAT ed exFAT

I dispositivi di archiviazione (Hard Disk, SSD, PenDrive, Memory Card, etc.) utilizzati in ambiente Windows, gestiscono lo spazio disponibile attraverso il File System che è organizzato in base alla dimensione dei cluster (noto anche come dimensioni unità di allocazione). La dimensione dei cluster rappresenta la quantità minima di spazio su di un dispositivo di archiviazione (Hard Disk, SSD, PenDrive, Memory Card, etc.) che può essere utilizzata per contenere un file. Quando le dimensioni dei file non equivalgono ad un multiplo pari della dimensione del cluster, ulteriore spazio deve essere utilizzato per contenere il file fino al successivo multiplo della dimensione del cluster: questo metodo genera nella pratica una riduzione della capacità totale utile per l’archiviazione. Nella partizione di un dispositivo standard, la quantità media di spazio perso può essere calcolata utilizzando l’equazione (dimensione del cluster) / 2 * (numero di file).

Se non si specifica alcuna dimensione del cluster quando si formatta una partizione, vengono utilizzate le dimensioni predefinite che sono direttamente correlate alla dimensione della partizione. Queste impostazioni predefinite sono assegnate per ridurre ai minimi termini lo spazio utile che viene perso e per ridurre anche la frammentazione che si verifica nel tempo sulla partizione.

È possibile formattare una partizione del dispositivo (noto anche come un volume) nei seguenti File System: NTFS, FAT o exFAT. I valori predefiniti vengono utilizzati da Windows quando viene utilizzato uno dei seguenti metodi per formattare la partizione:

  • Utilizzando il comando formato dalla riga di comando senza specificare una dimensione di cluster.
  • Formattazione di un volume da Esplora risorse quando l’ Unità di allocazione casella nella finestra di dialogo Formato Elenca la Dimensione di allocazione predefinite.

Per impostazione predefinita, la dimensione massima dei cluster per NTFS in Windows NT 4.0 e versioni successive di Windows è di 4 kilobyte (KB). Infatti, la compressione file NTFS non è possibile in unità con dimensioni maggiori. Il comando format non utilizza cluster più grandi di 4 KB, a meno che l’utente esegue specificamente override le impostazioni predefinite. È possibile farlo utilizzando l’opzione /a: con il comando formato oppure specificando una dimensione cluster maggiore nella finestra di dialogo formato in Esplora risorse.

Quando si opera una conversione da una partizione di tipo FAT ad una di tipo NTFS (comando convert.exe), per cluster di dimensioni fino a 4 KB Windows utilizza sempre la dimensione del cluster FAT originale come dimensione del cluster NTFS finale. Se la dimensione del cluster FAT è maggiore di 4 KB, i cluster vengono convertiti a NTFS di 4 KB. Infatti, le strutture FAT sono allineate ai limiti del cluster. Pertanto, qualsiasi dimensione cluster maggiore non consente per la conversione in funzione. Notare, inoltre, quando si formatta una partizione in fase di installazione di Windows NT 3.5, 3.51 e 4.0, la partizione viene dapprima creata come FAT e successivamente sarà convertita in NTFS, in modo che sia sempre soddisfatta la dimensione del cluster come descritto in precedenza.

La tabella seguente riassume le differenti dimensioni predefinite dei Cluster in base alle dimensioni della partizione ed al Sistema Operativo utilizzato:

2013-12-23-03Quality Control Approved

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: