Gestire da Windows il file system Mac (HFS+)

I sistemi operativi Windows offrono numerose risorse per la gestione di differenti file system, ma non contemplano risorse proprietarie dedicate alla gestione dei più frequenti e utilizzati sistemi di archiviazione in ambito Mac.

Apple, per i propri sistemi, ha storicamente ricercato e adottatato dei file system che fossero idonei a sfruttare a pieno le caratteristiche intrinseche proposte dai propri sistemi operativi. Nel 1985, in sostituzione del precedente Macintosh File System (MFS), sviluppò ed introdusse una nuova soluzione proprietaria che potesse rispondere al maggior numero di informazioni gestite dai dispositivi Macintosh (es. lunghezza del nome dei file fino a 31 caratteri) non supportata all’epoca da altri file system comunemente disponibili: tale soluzione è conosciuta come HFS (Mac OS Standard). Nel 1998 si è giunti ad un’evoluzione della stessa con l’avvento di HFS+ (Mac OS Extended). La gestione di supporti con questi file system in ambito Windows richiede l’intervento di software di terze parti.

Tali software sono certamente di notevole utilità anche a tutti coloro che possiedono apparati Mac, successivi alla data di migrazione verso i processori Intel e all’avvento di Boot Camp e Windows: con la macchina avviata sotto Windows è possibile accedere a tutti i files e le risorse archiviati nella partizione Mac.

  • HFSExplorer → (Freeware) Questo software open source offre funzionalità di sola lettura (non è possibile scrivere) per le partizioni Mac e in particolare per i formati HFS, HFS+. Inoltre è possibile leggere il contenuto di un buon numero di immagini disco native per Mac (.dmg) e di file compressi (.zlib / .bzip2).

  

  • MacDrive → (Trial 5gg ) Software proposto in due versioni, Standard e Pro, è certamente la soluzioni più performante per la gestione completa di supporti formattati Mac in ambito Windows da piattaforme a 32bit e 64bit. Tra le numerose funzionalità offerte spiccano: la gestione completa dei dischi, ovvero formattazione e partizionamento; la possibilità di masterizzare con estrema facilità CD e DVD in formato Mac; il supporto a sistemi RAID Apple (versione Pro).

  

N.B. I dispositivi mobili della famiglia degli iPod utilizzano un sistema di archiviazione basato sul file system HFS, pertanto l’utilizzo di tali software permette anche di gestire il contenuto di tali apparati fornendo la possibilità di leggere e scrivere le loro memorie interne.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: