Unità cache SSD in aiuto ad HD tradizionali

Gli SSD sono diventati sempre più diffusi nella fascia alta del mercato grazie alle lori doti prestazionali, sebbene il loro affermarsi coincida con una notevole riduzione del prezzo di vendita, il rapporto prezzo/capacità è ancora molto elevato rispetto ai classici hard disk.

Ecco quindi nascere e svilupparsi la tecnologia caching, inizialmente implementata nelle mainboard con chipset Intel (e successivamente abbandonata con le più recenti piattaforme X79) che sfrutta come unità di cache del disco meccanico, un SSD dedicato. Tale tecnologia si è trasferita direttamente su particolari unità SSD specificicamente studiate per tale utilizzo: le unità Cache Drive uniscono la velocità degli SSD alla capacità dei classici Hard Disk fungendo, come suggerisce il nome stesso, da cache. Questa tecnologia permette di memorizzare temporaneamente alcuni tra i file più utilizzati da un hard disk sulla unità SSD e di richiamarli e modificarli velocemente in caso di necessità, riducendo il Transfer Time. Un altro vantaggio dei Cache Drive risiede nell’azzeramento del Seek Time dei classici Hard Disk, ovvero il tempo necessario affinchè la testina del disco rigido si sposti sulla traccia desiderata.

I Corsair Accelerator Series e gli OCZ Synapse Cache, sono tra i principali prodotti che si spartiscono attualmente questa fascia di mercato.

La gamma Corsair Accelerator Series propone le proprie unità con incluso il software di caching Dataplex sviluppato da NVELO che, automaticamente ed in modo intelligente, trasferisce in base all’accesso ed all’utilizzo più frequente i files ed i programmi sull’unità SSD. Questo sistema, ovviamente, monitorando costantemente le abitudini dell’utente muta ed aggiorna il contenuto del disco cache in base alle esigenze ed all’utilizzo.
  • Interfaccia: Sata II (3Gb/s)
  • NAND Flash: MLC
  • Controller: LSI SandForce SF-2100
  • Fattore di forma: 2.5″
  • Capacità: 30GB / 45GB / 60GB
  • Max Velocità sequenziale Read/Write: 280 MB/s (read) – 260 MB/s (write)
  • MTBF: 2.000.000 h
Gli OCZ Synapse Cache sfruttano lo stesso software Dataplex di NVELO. OCZ ha tecnicamente optato per rendere disponibile al caching il 50% della capacità complessiva dell’unità: sfruttare l’unità SSD con uno spazio libero sempre prossimo a metà della capacità, permette di bilanciare il numero di cicli di scrittura delle singole celle preservando la longevità dell’unità ed al contempo evitando il classico deterioramento delle prestazioni complessive del disco in fase di scrittura.
  • Interfaccia: Sata III (6Gb/s)
  • NAND Flash: MLC
  • Controller: LSI SandForce 2281
  • Fattore di forma: 2.5″
  • Capacità: 64GB (32GB cache capacity) / 128GB (64GB cache capacity)
  • Max Velocità sequenziale Read/Write: 550 MB/s (read) – 510 MB/s (write)
  • MTBF: 2.000.000 h

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: